Back stage Lookbook Frampesca 2014, fish eye.

IMG_6561 copia IMG_6565 copia IMG_6564 copia IMG_6570 copia

Posted in make up | Leave a comment

La storia del trucco: Gli anni ’90 e il nuovo secolo.

Gli anni ’90 hanno segnato un ritorno ad un trucco più naturale, utilizzando colori della terra.

Le labbra sono marroni e delicatamente rosate, il viso diafano.

Un’era di minimalismo, dopo gli eccessi degli ’80 si sentiva il bisogno di assoluta semplicità.

Le modelle acquistano dei volti e dei nomi, diventando vere superstars.

Il corpo diventa espressione della propria personalità con tattoos e piercing, le correnti minimaliste si alternano a quelle grunge.

Il truccatore diventa artista, esprimendosi nel cinema, televisione, fotografia e teatro, rinnovando  vecchi stili per reinterpretarli.

Il trucco è una parte fondamentale di ogni attore, un rituale per ogni performer.

Come una maschera per entrare in  un ruolo, più o meno simile alla propria identità.

44 copia

Posted in make up | Leave a comment

La storia del trucco: Gli anni ’80.

Questa decade ha segnato grandi cambiamenti nella musica, specialmente nel fashion.

Anche il trucco ha avuto dei cambiamenti radicali: il blu elettrico e l’arancio venivano usati sotto le sopracciglia, ma anche il viola ed il verde erano largamente utilizzati. Molto mascara ed eyeliner, le sopracciglia hanno un disegno geometrico ed un aspetto teatrale.

E’ stato il periodo più colorato di sempre, il blush era deciso sui toni del rosa e del rosso.

Anche la bocca aveva contorni geometrici e le gonfie acconciature venivano fissate con molta lacca spray.

32 copia

Posted in make up | Leave a comment

La storia del trucco: gli anni ’60/’70.

Negli anni ’60/’70 il trucco cambia.

Durante il giorno gli occhi hanno ombretti dai colori neutri, specialmente marrone chiaro.

Per la sera tanto mascara sulle ciglia superiori ed inferiori, i colori sono luminosi e perlati e molto eyeliner, ciglia finte ancora più lunghe per donare sex appeal.

Sono questi gli anni in cui i fissatori per i capelli e le schiume da barba adottano la nuova tecnologia spray.

26 copia

Posted in make up | Leave a comment

La storia del trucco: Gli anni ’50.

Gli anni ’50 segnano una nuova era di benessere, in un clima di ottimismo dopo guerra.

La gente sente il bisogno di sottolineare il proprio stile di vita ed il ”belletto”,  come il rossetto, il mascara o il profumo, diviene un simbolo di benessere economico e sociale.

La figura della donna diventa ancora più sofisticata, ecco quindi le palpebre avorio, gli occhi disegnati languidamente con un ombretto marrone sulla piega palpebrale.

Le labbra, rotonde ed intense, nello stesso colore dello smalto, rese lucide dall’applicazione di vaselina.

19 copia

Posted in make up | Leave a comment

La storia del trucco: I primi anni del Novecento.

All’inizio del novecento appaiono le prime case cosmetiche e i nuovi prodotti inventati, come il mascara ( Mabel 1913 ).

Nel 1909 viene fondata L’oreal, la prima grande casa cosmetica, seguita da Elizabeth Arden e Max Factor.

Il make di quegli anni è definito da labbra ciliegia e occhi profondi, le sopracciglia sono tonde.

La donna acquista una nuova figura seducente e cosciente della propria bellezza e sa come usarla.

Greta Garbo e Marlene Dietrich sono grandi muse di quel periodo.

9 copia

 

8 copia

Posted in make up | Leave a comment

La storia del trucco: Il Rinascimento.

Solo nel Rinascimento si è tornati a parlare di bellezza.

Nel 1600 la pelle doveva essere candida e senza imperfezioni, quindi le donne cospargevano il loro corpo di polvere di piombo e arsenico, molto tossico.

Il make up colorato era associato a donne di pessima reputazione.

4 copia      3 copia

Posted in make up | Leave a comment

La storia del trucco: I popoli antichi.

Il trucco è stato da sempre, nella storia, utilizzato come forma di espressione personale e collettiva.

Le antiche popolazioni coloravano i loro visi come forma di appartenenza ad una tribù, ancora oggi in Africa diversi popoli dipingono il corpo ed il viso con vari colori, come maschere di gioia o dolore.

Gli antichi Egizi usavano sottolineare i loro occhi, che per loro erano la massima espressione dell’anima, con spesse linee di khol.

Gli antichi Romani vennero in comunicazione con gli Egizi e cominciarono ad utilizzare la fuliggine per truccare ciglia e sopracciglia.

L’innovazione dei Greci era l’uso dell’ombretto: verde e blu erano i loro colori preferiti.

Venne poi il Medioevo, un periodo tragico per la razza umana.

La gente non dava importanza al proprio aspetto fisico, non si lavavano nemmeno per ridurre il rischio di prendere malattie.

0      2 copia

Posted in make up | Leave a comment